Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘fiera del libro’

Delicata la questione, anche perché pare non esserci territorio di dialogo comune fra chi boicotta, chi appoggia e chi rimane “equidistante”.
Ma, a ben vedere, si muovono su terreni diversi anche gli appartenenti alla stessa fazione. Ramadan, per esempio, afferma che è il silenzio internazionale a facilitare (lui dice proprio “produrre”) la violenza nei territori palestinesi, e se l’idea del boicottaggio della celebrazione dei sessant’anni dello stato di Israele è comune con quella di Vattimo, la sua finalità è quella di smuovere opinioni e risvegliare coscienze, mentre Vattimo non pare avere questi obiettivi, ma discute l’intento propagandistico della Fiera cogliendo l’occasione per condannare (e su questo mi trova d’accordo) lo sfruttamento della Shoah.
Chi, invece, appoggia Israele si appella al suo diritto di esistenza, un diritto sancito dalla comunità internazionale nel 1948 (risoluzione 181 delle Nazioni Unite) e quindi sostiene che il boicottaggio sia un atto antisemita.
Per quanto io tendenzialmente diffidi di coloro che prendono posizioni equidistanti, in questo caso non posso essere d’accordo con Madgi Allam (vedere il suo articolo “Sbagliano anche gli equidistanti“) se questi spostano la discussione su un altro terreno ancora.
Non so se abbia ragione la Bresso a sostenere che questa polemica è pretestuosa e anche un po’ ridicola, ma se la manifestazione ha davvero – come ribadiscono gli organizzatori – un carattere rigorosamente culturale, è da considerare quello che scrive la Reschia su la Stampa:

[…] è corretto pensare, qualcuno l’ha proposto, di boicottare le Olimpiadi perché la Cina fa strame dei diritti umani? O boicottare i film statunitensi, tutti in blocco, in nome dell’opposizione alle politiche di Bush? O anche, perché no, boicottare il turismo in svariate parti del globo verso Paesi non proprio specchiati in tema di democrazia? E perché non gli scrittori iraniani, per dispetto al regime iraniano e alla sua voglia di forca? O la Turchia, in blocco, perché nega il genocidio armeno e tratta male i curdi?

E ancora

[…] Ma è almeno buffo che chi vuole boicottare oggi Israele sostenesse in passato che era ingiusto l’embargo contro l’Iraq perché colpiva indiscriminatamente tutta una popolazione. O no?

Read Full Post »