Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for settembre 2009

In quaranta città italiane si è svolta una manifestazione studentesca contro il caro libri.
Davanti ai licei sono stati depositati sacchi di juta con il disegno del dollaro e il nome delle grandi case editrici scolastiche.

“Nonostante le promesse del ministro Gelmini – afferma Francesco Polacchi, responsabile nazionale dell’organizzazione studentesca – le famiglie italiane continuano a pagare cifre insostenibili per l’acquisto dei libri di testo. La spesa per ogni studente supera in media i 500 euro, senza contare che un istituto su due sfora il tetto di spesa imposto dal Ministero”.

Studenti di sinistra? NO: Blocco studentesco è un’organizzazione di estrema destra.
E io vado in confusione, ecco.

Annunci

Read Full Post »

Ha ragione Maria Grazia Fiore, queste sono notizie da diffondere (ma la stampa dove sta?)
Ci sono grandi case editrici, copio il concept da Faraona, che hanno paura del digitale perché, sia visto mai, i file si possono duplicare.
E ci sono grandi editori che per festeggiare il completamento del catalogo in digitale, il cartaceo lo regalano. Agli studenti.
Grande Guaraldi.

Read Full Post »

Tette Gelmini Rulez

Berlus_1224736493

Non passa giorno.

Tutti, ma proprio tutti i giorni arrivano su queste pagine almeno due visitatori (oggi tre) digitando sui motori di ricerca le parole:

“tette gelmini” o “gelmini tette” o “tette della gelmini” o “mariastella gelmini tette” e varianti assortite.

Allora io mi chiedo, ma chi siete? ora che sicuramente capiterete su questo post (e anche su questo) mi scrivete nei commenti se siete studenti goliardici, insegnanti arrapati, o ministri emulatori del capo perennemente eretto? Nel frattempo permettetemi di dirvi che avete pessimo gusto – non mi sembra un gran bel davanzale – e tanto tempo da perdere eh.

(secondo me trovate di meglio QUI)

Aggiornamento del giorno dopo.

Ben 5 visite, oggi, ad ora: 4 hanno cercato “tette gelmini” e uno “la tetta della gelmini” (e uno che non contiamo arrivato con un più generico “tette”).

Di questi solo due hanno cliccato il link a miss maglietta bagnata.
Uno però è migrato sul blog di Milady (chissà che fantasia si è fatto :D).
Nessuno ha risposto alla mia domanda.

Uffa.

Aggiornamento di qualche mese dopo.

Gephil, che ha commentato qui sotto, ha ragione: la situazione peggiora :D
eccovi le statistiche di oggi:

Read Full Post »

HamSunglasses :)

Non resisto alla tentazione di segnalarvi questo gadget di fine estate.
Tutti noi abbiamo almeno un amico o un parente che se ne merita un paio.
Mandiamoglielo và.

Dall’extrablog di Marco, dove potrete scoprire a chi è diretta questa sua vezzosizzima creazione.

Read Full Post »

Una montagna di balle.

Un film da vedere

montagnaballe

Dal 2003 al 2009, un gruppo di videomakers ha documentato la cosiddetta emergenza rifiuti campana per svelarne gli ingranaggi, individuare responsabilità e attori di quindici anni di gestione straordinaria. Uno spettacolo costato miliardi di euro e decine di processi in corso. Ma dove finiscono i rifiuti campani? Quali sono le ferite di una terra bruciata e i danni alla salute di milioni di persone? Il più grande disastro ecologico dell’Europa occidentale raccontato dalle voci delle comunità in lotta per difendere il proprio futuro: l’assalto ai fondi pubblici, le zone d’ombra della democrazia, il boicottaggio della differenziata, le collusioni con le ecomafie e le proposte di chi si interroga seriamente sulle alternative.

E se vivere in emergenza fosse solo una strategia per accumulare profitti?

Grazie a Gemma (pubblicato su foruminsegnanti)

Da un’idea di Sabina Laddaga, Maurizio Braucci e Nicola Angrisano con la voce narrante di Ascanio Celestini con le musiche di Marco Messina Regia di Nicola Angrisano.

Read Full Post »